DE - FR - IT

La compagnia

 

Regia: Denis Maillefer

Testi : « L’amour de la fille et du garçon », « Salutation paysanne »

Scenografia e luci: Laurent Junod

Assistente alla regia: Emilie Bobillot

Coreografia: Cindy van Acker

Suoni : Ludovic Gugliemazzi

Immagini : Noma Perakis e André Bernet (RC-TECH), Bastien Genoux

Video : Laurent Junod

Costumi : Karine Dubois

 

Interpreti:

Baptiste Gillièron

Simon Guélat

Nathalie Kuttel

Aline Papin

Viviane Pavillon

 

Baptiste Gillièron

Diplomato alla HETSR-La Manufacture di Losanna nel 2009, Baptiste Gillièron ha maturato una lunga esperienza d’improvvisazione teatrale classica e sperimentale all’interno dell’AVLI (Losanna). E’ anche attore cinematografico e ha recitato sotto la direzione di Julien Rouyet, Tristan Aymon, Amalia Becciolini e Lionel Baier. Ha partecipato a diversi progetti teatrali, in particolari agli spettacoli della Paternelle, con Olivier Duperrex, e nella Manufacture, con Baptiste Coustenoble, Ludovic Chazaud, Jean-Claude Fall, Barbara Nicolier e Andrea Novicov.

 

Simon Guélat

Simon Guélat si è diplomato presso la HETSR nel 2007.Ha partecipato a diversi stages, con Lilo Baur, Benno Besson, Philipe Sireuil e Claude Régy. Sulle scene ha interpretato recentemente il ruolo di Treplev nel «Gabbiano» di Tchekhov per la regia di Françoise Courvoisier. Ha inoltre recitato in «Débrayage» per la regia di Eric Vigner al Centre Dramatique National de Bretagne, «Un os à la noce» di Isabelle Matter al Petit Théâtre (2008-2009) di Losanna, «Shadow Houses» di Mathieu Bertholet al Grütli di Ginevra. Parallelamente al suo lavoro di attore, Simon Guélat mette in scena anche alcuni brevi spettacoli a metà tra danza e teatro, interpretati insieme a Julie Rahir, soprattutto in occasione del festival «Les printemps de Sévelin» a Losanna. Sullo schermo ha lavorato per registi come Francis Reusser, Raphaël O’Byrne, Tristan Dubois e Roland Vuillamoz.

 

Nathalie Kuttel

Nathalie Kuttel è un’attrice polivalente, acrobata e giocoliera. Diplomata nel 2003 presso l’Ecole du Théâtre des Teintureries, ha conseguito una formazione di clown con Emmanuel Pouilly alla scuola ticinese Dimitri nel 2006 e nel 2004 con Martine Buhrer a Ginevra. Ha partecipato a diversi spettacoli, collaborando con Corinne Diémé, Pip Simmons e Marina Alexandrovskaya. Sullo schermo ha lavorato con Francis Reusser e ha rivestito il ruolo di protagonista nel cortometraggio  «Entrez et fermez la porte» (ECAL, 2008).

 

Aline Papin

Aline Papin si è diplomata alla Manufacture nel 2009. Tra gli spettacoli della HETSR cui ha partecipato ricordiamo «Meurtres de la princesse juive» nel 2009, per la regia di Andrea Novicov. Fa parte della compagnia Jeanne Föhn, con la quale ha recitato nello spettacolo «L’étang» per la regia di Ludovic Chazaud. Nel 2008 ha preso parte a «Don Nadie» con gli studenti del Conservatoire di Montpellier sotto la direzione di Barbara Nicolier (Théâtre Vidy-Lausanne e Montpellier). Nel 2007 è stata applaudita nel «Sogno d’una notte di mezza estate» diretto da Jean-Claude Fall al Théâtre des treize vents di Montpellier e all’Arsenic di Losanna.

Ha inoltre partecipato a «Scievilisation» di Alexandre Doublet e a «La tête en bas», diretto da Jean Boillot a Poitiers. Ha collaborato con Dorian Rossel in «La traversée» e con Baptiste Coustenoble in «Pitbull». Ha inoltre recitato in «Nightmare is in the Air» di Laetitia Dosch in occasione del Festival LUFF.

 

Viviane Pavillon

Viviane Pavillon si è formata alla HETSR – La Manufacture, dove ha ottenuto il diploma nel 2007. Da allora ha partecipato a diverse produzioni teatrali tra cui:«La madre» di Bertolt Brecht, per la regia di Jean-Louis Benoît al teatro della Criée a Marsiglia, «Debrayage» di Remi de Vos diretto da Eric Vigner al Centre dramatique de Bretagne; nella Svizzera romanda ricordiamo inoltre «Les prétendants» con la regia di Guillaume Béguin, «L’étrange intermède» d’Eugène O’Neill con la regia di Joseph Voeffray e «Alisa, Alice» di Dragica Potocnak con la regia di Sophie Kandaouroff. Musicista, oltre che attrice, canta e suona presentandosi in occasione di piccoli concerti. Alla radio è stata invitata dalla trasmissione «Les Dicodeurs» sulla RSR. Al cinema ha recitato nel corto metraggio «Les yeux de Simone», diretto da Jean-Louis Porchet e proiettato sulla Piazza Grande del festival di Locarno nel 2009, nonché in «Quai Ouest», lungo metraggio realizzato da Lionel e Adrien Rupp.